sabato 31 marzo 2012

MANIFESTI DI PROPAGANDA (1933 – propaganda nazista contro gli ebrei)

...
LETTURA DI UN’IMMAGINE: IL MANIFESTO DI PROPAGANDA

Questa esercitazione di lettura dell’immagine è stata da me realizzata come lezione per ragazzi di III media (Scuola Secondaria di I grado) prendendo spunto da alcune immagini tratte dall’Enciclopedia “I grandi pittori” dell’Istituto Geografico De Agostini (1998). Nel corso degli anni è stata più volte modificata e ampliata, con l’aggiunta recente di alcuni grafici per la comprensione della composizione delle immagini. La sua pubblicazione su Internet permette inoltre l’aggiunta di link ad alcuni siti per ulteriori approfondimenti.
Essa ha l’obiettivo di far capire agli alunni i meccanismi psicologici utilizzati dalla propaganda per convincere le persone a comportarsi in un determinato modo o a prendere determinate decisioni.
È un esempio di come due discipline come Arte e Immagine e Storia siano strettamente collegate.

...............................................................


Oltre ai comunisti, erano gli Ebrei a venire indicati dai nazisti come la causa di tutti i mali della Germania.
I semi di questa propaganda razzista avrebbero più tardi generato la tragedia dell’Olocausto.

ANALISI DELL’IMMAGINE
Il manifesto reca la scritta: ”L’ebreo errante” (l’ebreo errante è una figura leggendaria della mitologia cristiana, che rappresenta metaforicamente la diaspora del popolo ebraico) con caratteri che imitano l’alfabeto ebraico. 


esempi di segnali di pericolo in giallo e nero
I colori prevalenti sul manifesto sono il giallo e il nero, un abbinamento dal valore fortemente simbolico, ancora oggi usato nella segnaletica che indica pericolo: il giallo e il nero sono infatti due colori che in natura si trovano su animali velenosi come le vespe e le api.
Il personaggio del manifesto, rappresentato come un vecchio dall’aspetto sgradevole, reca con sé due simboli eloquenti: delle monete in una mano (gli ebrei venivano rappresentati come un popolo avido di denaro) e sotto il braccio quella che veniva presentata come la sua vera terra d’origine: la Russia comunista, marchiata con il simbolo della falce e martello.

...

9 commenti:

  1. Stai facendo un magnifico lavoro: i tuoi ragazzi sono fortunati ad averti come insegnante.Sereno fine settimana, spero di sentirti presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Susanna, e scusa se non mi sono fatta più sentire, ma questo lavoro mi ha portato via un po' di tempo... lunedì faccio uscire l'ultima parte di questa lezione sui manifesti, dovrebbe piacerti anche quella...
      Ciao!

      Elimina
  2. Comoplimenti! E' spiegato il tutto benissimo e mi sei stata molto utile dato che porterò i manifesti nazisti all'esame di terza! Mi aiuteresti ad analizzarne un altro, o quanto meno dirmi quale procedimento devo seguire per un'analisi accurata?
    Ho trovato questo sito http://www.talpo.it/manifesti-propaganda-nazista.html dove ne puoi trovare un'infinità!
    Grazie mille in anticipo!

    RispondiElimina
  3. ciao Corrado,
    non è così semplice in quattro e quattr'otto analizzarne un altro, come minimo mi dovresti dire quale altro vorresti analizzare... poi magari potresti scrivermi (sul profilo trovi la mia e-mail) ma non ti assicuro niente. Questo materiale ci ho messo molto a confezionarlo e pubblicarlo sul blog.
    Se vuoi provare da solo ti indico il metodo:
    con i miei alunni utilizzo il metodo del "cosa, come, perchè" per analizzare le immagini, di solito lo usiamo per i quadri (qui sul blog, sotto l'etichetta "Arte" trovi diversi esempi), ma si può applicare anche ad altri tipi di immagini, anche ai manifesti di propaganda.

    1- cosa si vede? fai una descrizione accurata di tutto quello che si vede nell'immagine
    2- come è realizzata l'immagine? questa parte è più difficile, si analizza la tecnica, la composizione, i colori, le linee con cui è stata realizzata l'immagine... ai miei alunni insegno queste cose, nel corso dei 3 anni delle medie, ma sono difficili e di solito in questa parte li aiuto molto.
    3- perchè l'immagine è stata realizzata e che funzione ha. Questa parte è conseguente alle prime due.

    Comunque qui sul blog c'è l'analisi di un altro manifesto nazista, solo che non è propaganda contro gli ebrei.
    Ti ricordo che è consentito utilizzare i contenuti di questo blog, ma devi citare l'autore, altrimenti commetti una scorrettezza.
    In bocca al lupo per gli esami :-)

    RispondiElimina
  4. Ciao, sono Giulia e sto preparando la mia tesina per la maturità. Intanto volevo farti i complimenti per aver affrontato un tema così poco trattato(sono giorni che cerco qualcosa sull'interpetrazione dei manifesti, ma niente), anche perchè hai fatto davvero un lavoro bellissimo. L'introduzione tratta proprio dei manifesti nazisti, e volevo chiederti due favori: potrei citarti come fonte nella mia tesina? e se potresti approfondirmi ancora un pò l'analisi dei due manifesti che hai già analizzato?
    Grazie davvero tantissimo :)

    RispondiElimina
  5. Ciao Giulia
    puoi citarmi senz'altro nella tesina.
    Approfondire più di così l'analisi non credo si possa... del resto stiamo parlando di manifesti di propaganda, non di opere d'arte... l'unica cosa che si potrebbe fare secondo me, per ampliare, sarebbe aggiungere delle osservazioni personali, ma una cosa del genere la devi fare tu. Oppure andare alla ricerca di altri manifesti che trattino esattamente gli stessi argomenti (ebrei e piano quadriennale) e fare dei raffronti.

    Buon lavoro! :-)
    PS: se partendo dal mio lavoro voi studenti riuscite ad ampliare a modo vostro, allora sono riuscita ad insegnarvi qualcosa... se invece vi limitate a fare un copia e incolla, non sarà mai un lavoro "vostro"... vai a leggerti le descrizioni di questo post:
    http://lacasasullezampedigallina.blogspot.it/2012/03/manifesti-di-propaganda-1914-campagna_28.html

    le hanno scritte alcune mie alunne di terza media. L'argomento gliel'avevo spiegato io, ma loro sono riuscite a "personalizzare" la descrizione... non so se mi spiego...

    RispondiElimina
  6. Grazie davvero per l'ottimo consiglio :)
    Come faccio a citarti? potrei avere nome, cognome e scuola in cui insegni? hanging_byamoment@hotmail.it
    è la mia email,per evitare di pubblicare tutti i tuoi dati
    Grazie ancora :)

    RispondiElimina
  7. Ciao Mara, è stato un piacere trovare questo blog e vedere quante cose fai con i tuoi ragazzi a scuola! Io sono un'insegnante di arte e immagine alle medie e come te ho un sito dove condivido lezioni ed esperienze. Se vuoi venire a trovarmi sono su www.arteascuola.com . Complimenti per i tuoi lavori, ti seguo sul blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Miriam, il tuo sito è bellissimo! e pure in inglese! complimenti!!! dovrei rinnovare un po' i link del blog aggiungendo i siti come il tuo... è da un po' che ci penso, vorrei dividere i contenuti del blog più personali da quelli professionali... ma ci vuole tempo, e poi sono affezionata al mio blog così com'è... era nato più come un ambiente virtuale privato... insomma, vedremo, magari in estate, quando sarò in vacanza

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...